Come diventare trader professionista indipendente

Come diventare trader professionista indipendente

Il trading come vera e propria professione, elevandolo da un semplice passatempo: in molti ci stanno pensando e in pochi decidono di fare il grande passo, anche perché ritengono che sia veramente difficile diventare trader professionisti. Inoltre, sembra che non esista un vero e proprio orientamento per questo lavoro a differenza di un avvocato o un dottore, neanche un vero e proprio indirizzo di studi. Come si fa quindi a guadagnare bene entrando nel magico mondo del Forex e dei contratti CFD?

E’ difficile diventare trader professionista?

Intraprendere una carriera di trader professionista può essere sia difficile, sia facile. Vivere facendo trading vuol dire essere consapevoli che non esiste ad oggi una scala di difficoltà sulla quale misurare il grado di complessità. Per molti, diventare trader significa iscriversi e connettersi a una delle tante piattaforme di broker e aprire un conto, aprendo e chiudendo posizioni e seguendo i consigli del validissimo https://www.diventaretrader.com/. Peccato che non basta. Lo scopo di diventare un trader professionista non è infatti semplicemente quello di riuscire ad accedere sui mercati finanziari, bensì quello di “vincere” e ottenere un successo. Questo si fa con dei guadagni che possano rendere sostenibile la propria attività di trading…e che siano in grado di mantenere anche il trader stesso e la famiglia, il quale per i primi anni dovrà continuare il suo lavoro normale prima di abbandonarlo e dedicarsi ai mercati finanziari e alle criptovalute.

I tipi di trader

Esiste una classifica dei vari trader per diversificare il panorama. Ci sono i trader amatoriali, quelli che investono in maniera saltuaria nei mercati allo scopo di arrotondare a fine mese e che hanno comunque un lavoro principale. Il loro investimento non è dettato da strategia, bensì dall’intuizione del momento e di alcune operazioni non integrate senza una precisa periodicità. Di solito, impiega poche ore a settimana a questa attività. Poi, ci sono i trader professionisti, per i quali questa attività di asset sui mercati finanziari è il loro pane quotidiano: essi investono tempo e denaro in una profonda strategia di trading e in un piano di investimento che rivedranno a scadenze periodiche. A loro favore giocano conoscenze tecniche e caratteristiche ben precise, come una laurea in Economia o conoscenze approfondite del settore economico e finanziario, una ottima comprensione dell’andamento e del funzionamento dei mercati finanziari regolamentati ( ovvero, della Borsa Valori). Anche una laurea in Matematica o in Scienze Statistiche può aiutare, visto che si devono eseguire analisi tecniche e analisi numeriche e finanziarie per supportare le proprie valutazioni. Certamente, questi soggetti avranno anche frequentato corsi specifici sulle tecniche del trading, metodi di analisi tecnica e sulla psicologia nel trading prima di salpare con la lor nave nel grande mare dei mercati finanziari e del Forex. Essere un trader professionista vuol dire approfondire le proprie conoscenze sempre e comunque, non solo attraverso webinar o seminari, bensì anche attraverso eBook, video lezioni online e altro. Perché i professionisti non danno nulla per scontato, visto che il Forex può cambiare da un giorno all’altro e saranno utili nuove conoscenze e competenze. Essere professionali è importante, perché essa è una figura di consulenza, quindi non guastano delle doti comunicative e caratteristiche come empatia e chiarezza.

Quanto guadagna un trader professionista

Non esiste una risposta secca a questa domanda, perché i suoi guadagni dipendono dal volume di capitale che il trader muoverà per la propria clientela. Se il trader opera solo sul suo patrimonio, il guadagno che ne deriverà sarà ponderato sulla base dei risultati dei suoi investimenti. Inoltre si deve tenere conto che non tutti i trader operano come liberi professionisti, considerato che alcuni preferiscono entrare alle dipendenze di un istituto di credito o di una società di investimento. In questo caso, lo stipendio sarà determinato prevalentemente in misura fissa e, a seconda dell’inquadramento, potrebbe essere costituito da diverse migliaia di Euro al mese.

No Responses

Write a response

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi