Economie del Mondo: il 2018 porta cambiamenti in classifica

Economie del Mondo: il 2018 porta cambiamenti in classifica

Quali sono le più grandi economie del mondo? Da cosa si riconoscono?

A dircelo è una classifica annuale stilata considerando il Prodotto Interno Lordo (PIL), ovvero il valore di mercato di prodotti e servizi realizzati dal singolo Stato in un anno.

Il metro di misura delle Economie del Mondo

Confrontare il PIL di diversi Paesi non è semplice, soprattutto perché non tutti i paesi utilizzano le stesse valute.

Per risolvere questo problema e non incorrere in errori di valutazione si è scelto di utilizzare il PIL espresso in dollari e di trovare il corrispettivo valore di ogni valuta attraverso i tassi di cambio attuali.

La classifica

Dal 2013 ad oggi le prime quattro posizioni della classifica delle economie del mondo sono rimaste invariate: in prima posizione troviamo gli Stati Uniti (cresciuti di 2,7 miliardi in 6 anni), seguiti dalla Cina (cresciuta di 2,5 miliardi), dal Giappone (diminuito di quasi 3 milioni) e dalla Germania (diminuita di quasi 70 mila dollari).

Ciò che è veramente interessante è l’ultimo gradino della top five occupato dalla Francia nel 2013 e dal Regno Unito per quattro anni consecutivi (fino al 2017).

Nel 2018 infatti il quinto posto delle economie del mondo è stato conquistato da uno Stato di soli 40 milioni di residenti (dato sbalorditivo se si pensa che il Regno Unito ne conta 65 milioni): dalla Florida.

L’economia della Florida

Questo piccolo Stato ha toccato quota 2,747 miliardi, raggiungendo il suo più alto livello di PIL dal 2002.

I settori che hanno contribuito a questo strabiliante risultato sono vari: si va dal più importante hi-tech (è la patria della Silicon Valley e dei più grandi colossi internet come Facebook, Google ed Apple), allo spettacolo (qui si trova Hollywood) e all’agricoltura della Central Valley, basata su agrumi, verdure, canna da zucchero, tabacco, noci e frutta tropicale (viene definita l’insalatiera d’America).

Il successo della California è la prova che la ricchezza di uno stato non è sempre proporzionale alle sue dimensioni, anzi a volte le sorprese arrivano proprio dai più piccoli.

No Responses

Write a response

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi