Veneto Banca

Veneto Banca : Salvataggio possibile – rischio bail in 0

Veneto Banca chiede un risarcimento di 2,3 miliardi agli ex vertici del gruppo.

L’atto di citazione parla di danni nei confronti di ex amministratori e sindaci in carica fino al 26 aprile 2014.

Veneto banca : il risarcimento pagherà l’aumento di capitale

La somma del risarcimento, ben superiore a colmare il gap di capitale privato mancante, sarà utilizzata per l’aumento a carico dello Stato.

Bankitalia ieri ha comunicato che va trovato in tempi veloci un quadro per le Veneto Banca e Banca Popolare di Vicenza.

Entrambe necessitano di almeno 1,25 miliardi di euro in capitali privati se non si vogliono ritrovare con l’acqua alla gola.

Il tempo stringe

Per Veneto Banca il tempo stringe. Senza gli aiuti privati le autorità europee non daranno mai il via libera all’aumento di capitale precauzionale di 5 miliardi.

Il salvataggio è possibile ma necessita di trovare una risoluzione al prima possibile.

L’ipotesi più probabile è che sia necessario un intervento delle big del sistema bancario italiano. Parliamo di Intesa Sanpaolo e Unicredit.

Il governo rassicura : no rischio bail in per Veneto Banca

Sia da roma che da Bruxelles e Francoforte arrivano parole di conforto. Gli obbligazionVeneto Bancaisti senior e i correntisti di Veneto Banca e Banca Popolare di Vicenza sono al sicuro. Il rischio bail in è pari a 0.

A pagare nel caso saranno quindi, un po’ come è successo per Mps, azionisti e obbligazionisti subordinati.

Il Tesoro vorrebbe cercare però di ridurre la somma richiesta da BCE e Commissione UE intorno ai 600-700 milioni.

La strategia è però non facile da mettere in pratica e prima di fare il primo passo dovrà passare qualche tempo per i Big Player.

Chi ci rimette?

Vorremmo non dirlo mai più ma alla fine quelli che ne subiranno le conseguenza saranno sempre le persone comuni.

I risparmiatori negli ultimi tempi non sanno più che pesci prendere, tra una banca che fallisce e una che viene tenuta in vita per i capelli, la prospettiva di mettere i soldi sotto al materasso attira sempre di più gli italiani.

No Responses

Write a response

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi