Banche venete

Banche venete : Per Fitch nessun bond è al sicuro

La situazione sulle banche venete si scalda. Dopo che nei giorni scorsi si sono moltiplicate le voci sul salvataggio possibile di Veneto Banca e Popolare Vicenza da parte di Unicredit è intervenuto Giuseppe Vita.

Il presidente di Unicredit ha precisato di essere pronto ad una soluzione di sistema che coinvolga altri istituti, ma che non parteciperà se nessuno vorrà intervenire assieme a loro.

Banche venete : L’ipotesi della risoluzione per il governo

Secondo le ultime indiscrezioni, l’ipotesi del governo sarebbe quella di separare gli asset performanti da quelli tossici. L’operazione sarà effettuata tramite uno spin off dei crediti deteriorati iscritti nei bilanci delle due banche.

L’ammontare dei crediti è di circa 10 miliardi di euro.

In pratica lo stato finanzia una bad bank che raccoglie crediti. La soluzione è simile a quella adottata per salvare le quattro banche regionali (Banca Marche, Banca Popolare dell’Etruria e del Lazio, Cassa di risparmio di Ferrara e Carichieti) nel 2015.

Doccia fredda da Fitch per le banche venete

Nel frattempo arrivano brutte notizie che fanno tremare i risparmiatori e gli obbligazionisti delle banche venete.Banche venete

Fitch ha lanciato un allarme molto particolare affermando che esiste una concreta possibilità che possano essere imposte perdite agli obbligazionisti privilegiati se la banca non ottenesse nuovo capitale. Il comunicato continua affermando che la svalutazione o la conversione delle obbligazioni subordinate non rafforzerebbe sufficientemente il capitale.

L’agenzia di rating va a gamba tesa sulle banche venete, minando il futuro. Abbiamo imparato a conoscere l’influenza che esercitano agenzie del genere su mercati e risparmiatori. Basta una sola loro parola per far perdere o acquistare, a seconda del caso, immenso valore.

L’analogia con Banco Popular

La situazione delle banche venete è simile alla situazione spagnola di Banco Popular.

La banca venne rilevata da Santander per la cifra simbolica di un euro, e Fitch consiglia uno scenario del genere.

Per l’agenzia il caso potrebbe e dovrebbe risolversi così, dando sicurezze ai risparmiatori.

No Responses

Write a response

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi